Contattaci adesso

Menu

I progetti con le scuole di Pisa e dintorni

Lavoriamo come singola associazione o in collaborazione con altre associazioni impegnate sui temi del contrasto alla violenza di genere (Casa della Donna di Pisa, Le Amiche di Mafalda) e alle discriminazioni legate al genere (Arcilesbica Pisa, Aied, Pinkriot- Arcigay Pisa), con il Patrocinio delle Istituzioni ( Comuni, Commissioni Pari Opportunità)

Progettiamo e partecipiamo a Progetti all’interno delle strutture scolastiche di ogni ordine e grado, affrontando i temi della “parità fra i sessi, i ruoli di genere non stereotipati, il rispetto reciproco, la soluzione non violenta dei conflitti nei rapporti interpersonali, la violenza contro le donne basata sul genere e il diritto all’integrità personale” (Convenzione di Istanbul del 2011).

 

Istituto tecnico commerciale di San Miniato

Anno scolastico 2014- 2015

Con Aied , Casa della Donna Pisa, Arcilesbica e Pinkriot Arcigay, siamo state fra le associazioni che hanno effettuato un progetto nelle scuole secondarie di Pisa “Pari opportunità fra Pari”, grazie alla vittoria del Bando sulla Cittadinanza di Genere (Legge 16 della Regione Toscana)

Abbiamo effettuato un progetto nelle classi seconde dell’istituto Tecnico Commerciale “Carlo Cattaneo”di San Miniato, sui temi degli stereotipi di genere, il riconoscimento di relazioni affettive sane da quelle violente, riconoscimento delle varie forme di violenza.

 

Istituti superiori a Pisa

Anno scolastico 2015- 2016

Con associazioni appartenenti alla Rete Educare alle Differenze Pisa, su richiesta degli studenti e delle studentesse,  abbiamo organizzato alcuni incontri sul tema dell’Educazione alle differenze, l’impatto degli stereotipi, l’omolesbotransfobia, la violenza contro le donne, durante le autogestioni che si sono svolte in diversi istituti superiori pisani (Buonarroti, Santoni, Gambacorti).

A seguito di quest’esperienza il Collettivo del Liceo Buonarroti ha ricontattato R.E.D. , chiedendo di approfondire gli argomenti trattati, attraverso un percorso di formazione sulle tematiche degli stereotipi di genere, identità e orientamento sessuale, conflitto e violenza nelle relazioni, affettività e sessualità.

 

Scuola media di San Giuliano Terme

Anno scolastico 2016- 2017

Con l’associazione Casa della donna di Pisa, su richiesta della Commissione Pari Opportunità del Comune di San Giuliano terme (Pisa) effettueremo alcuni incontri con le classi seconde delle scuole secondarie di primo grado del Comune di S.G.T., sul tema degli stereotipi di genere.

 

Facciamo parte di Educare alle differenze

 

il-caffè-delle-differenze

 

Nuovo Maschile è fra le associazioni promotrici di R.E.D. , la Rete Educare alle Differenze Pisa.

R.E.D. è formata da associazioni,collettivi, donne e uomini, che si interessano di educazione di genere ed educazione alle differenze, in particolare da Agedo (associazione Genitori di Omosessuali), AIED, ArciLesbica Pisa, Arciragazzi Comitato di Pisa, Casa della Donna Pisa, Fratelli dell’Uomo Pisa, Municipio dei Beni comuni, Nuovo Maschile Uomini liberi dalla violenza, Pink Riot – Arcigay Pisa, Queersquilie- Collettivo Femminista queer.

Nel territorio pisano promuove e realizza , attraverso percorsi nelle scuole e incontri in piazza e dibattiti, attività di gioco ed animazione, una cultura dell’inclusione, della valorizzazione delle differenze, della pluralità dei modelli familiari. Fra gli scopi: favorire l’educazione all’affettività e alla sessualità, contrastare gli stereotipi di genere, prevenire il bullismo, l’omolesbotransfobia, la violenza contro le donne.

La Rete è nata in seguito alla prima assemblea nazionale Educare alle differenze del 20 e 21 Settembre 2014, realizzata a Roma su iniziativa delle associazioni Scosse, Siracusa Stonewall e Alice. Da questa assemblea, dalle riflessioni e dalle molteplici esperienze condivise, è nata R.E.D., una Rete composta da tutte quelle persone ed associazioni accomunate da obiettivi comuni (la valorizzazione delle differenze)e dal desiderio di impegnarsi insieme, ognuno/a secondo le proprie possibilità e competenze, alla promozione dell’educazione alle differenze.

La Rete è fatta di persone ed è aperta a tutti coloro che condividono i valori che hanno portato alla sua nascita.

Ci riuniamo ogni due settimane: il mercoledì alle ore 19.30, a Pisa.

Chi desiderasse partecipare agli incontri ci può contattare all’indirizzo: educarealledifferenze.pisa@gmail.com

 

Attività 2015-2016 in ambito cittadino e nazionale

12036731_756047131191666_435399737609373482_n

24 Gennaio 2016

Organizzazione in Piazza La pera del Carnevale delle Differenze. Nel corso del pomeriggio i bambini e le bambine sono stati coinvolti/e nella lettura animata della favola Ettore. L’uomo straordinariamente forte, e in giochi di piazza.

7 Novembre 2015

Organizzazione del Caffè delle Differenze, in Largo Ciro Menotti, per far conoscere i progetti che le associazioni aderenti alla Rete attuano da anni nelle scuole, e per far conoscere, leggere, apprezzare i libri contro gli stereotipi, molti dei quali sono stati messi al bando dal sindaco di Venezia nel giugno del 2015.

Settembre 2015

Partecipazione alla campagna contro le discriminazioni legate al genere e all’orientamento sessuale promossa da Scosse.
Partecipazione alla seconda assemblea nazionale a Roma Educare alle differenze.

9 Maggio 2015

Seconda assemblea cittadina in Piazza Martiri della Libertà, in cui è stato dibattuto il concetto di “ideologia gender”, inventato e propagandato da movimenti omolesbotransfobici e ultracattolici, che , attraverso la disinformazione e la connivenza di organi di stampa, ridefiniscono le loro rivendicazioni discriminatorie come libertà di espressione. Oggetto delle loro manifestazioni e interventi sono infatti i diritti delle donne (autodeterminazione, libertà sessuale, contraccettiva, procreativa, parità di diritti) e quelli delle persone omosessuali e transessuali, definite malate e dedite alla distruzione della famiglia (da loro definita) tradizionale, ovvero formata da madre padre figli/ie… incuranti delle definizioni dell’OMS circa gli orientamenti sessuali e delle multe inflitteci dalla Corte di Strasburgo per le discriminazioni ancora presenti nel nostro Paese (verso bambine, donne, omosessuali).

24 Gennaio 2015

Prima assemblea pubblica presso il Complesso Mazzini, che ha visto una grande partecipazione ed una calorosa accoglienza, mostrandoci come il tema sia di grande interesse per le persone e le /gli insegnanti.

 

  TOP